All News

World News

  

Il misterioso anellone a nodi dei Piceni

Nel mastio della Fortezza di Acquaviva Picena è conservato un piccolo museo che raccoglie i reperti piceni rinvenuti nella necropoli

Santa Croce al Chienti - Pergamena
   

L’abbazia imperiale di Santa Croce al Chienti tra papi, imperatori, leggende e segreti

All’incrocio di due fiumi, in una zona pianeggiante, sorge la splendida abbazia romanica dedicata a Santa Croce le cui origini si perdono tra la leggenda e l’oscurità di documenti.
Del grande e potentissimo complesso monastico che fu un tempo, oggi rimane solo la solenne chiesa romanica, scrigno di sorprese nascoste dentro sovrapposizioni stilistiche, rovine e abbandoni.

Un fantasma nella Fortezza… per colpa di Giosia d'Acquaviva
   

Un fantasma nella Fortezza… per colpa di Giosia d’Acquaviva

In ogni maniero che si rispetti c’è un fantasma che ne rende misteriosa l’atmosfera, e anche la fortezza di Acquaviva Picena rispetta questa tradizione.
Il suo spettro nasce nel 1432 da un fatto realmente accaduto e legato ad un esponente di quella famiglia degli Acquaviva che costruì la fortezza tra l’XII e XIII secolo.

   

Premio Scuola Digitale

Il Premio Scuola Digitale è una iniziativa del Ministero dell’Istruzione che intende promuovere l’eccellenza e il protagonismo delle scuole italiane nell’apprendimento e nell’insegnamento.

Politics News

Terminal Dondero
     

Mario Dondero, Le Foto Ritrovate. La mostra in Virtual Tour

80 foto, molte inedite quelle esposte al Terminal Mario Dondero della Fototeca Provinciale di Fermo.

Altare Chiesa Santi Maria e Ciriaco - Altidona
    

Vincenzo Pagani e la chiesa di Santa Maria e Ciriaco di Altidona

Vincenzo Pagani, un maestro che si rinnova e la tavola della chiesa di Santa Maria e Ciriaco di Altidona

Vincenzo Pagani e la chiesa di Santa Maria e Ciriaco di Altidona
    

Il mistero del Polittico di Altidona

Nella Chiesa dedicata ai santi Maria e Ciriaco di Altidona, in provincia di Fermo, è conservato un polittico di straordinario valore artistico che per molto tempo è rimasto avvolto nel mistero e protagonista di diverse interpretazioni sulla paternità.

   

I Bacini Ceramici della Chiesa di San Rocco

La piccola chiesa dedicata a San Rocco è posta a chiusura dell’omonima via che parte dalla piazza della Fortezza. Fu costruita attorno al Duecento in stile romanico e presenta una semplicissima facciata a capanna, unica parte superstite di questo periodo. Alcuni segni dell’epoca medievale rimangono nelle parte alta delle pareti un tempo percorse da monofore di cui sono visibili alcune impronte nel tessuto a mattoni. Su una bifora gotica si erge il campanile a vela con la sua cuspide.

Sports News

Mostra di Lufo a Santa Croce al Chienti - Botanica - 2020
    

BOTANICA – Lufo a Santa Croce al Chienti

Nella cornice dell’Abbazia Imperiale di Santa Croce, tra le più importanti e antiche delle Marche, la mostra di un giovane talento anch’egli marchigiano che tra penna e inchiostro realizza le sue moderne miniature.

  

Il misterioso anellone a nodi dei Piceni

Nel mastio della Fortezza di Acquaviva Picena è conservato un piccolo museo che raccoglie i reperti piceni rinvenuti nella necropoli

Santa Croce al Chienti - Pergamena
   

L’abbazia imperiale di Santa Croce al Chienti tra papi, imperatori, leggende e segreti

All’incrocio di due fiumi, in una zona pianeggiante, sorge la splendida abbazia romanica dedicata a Santa Croce le cui origini si perdono tra la leggenda e l’oscurità di documenti.
Del grande e potentissimo complesso monastico che fu un tempo, oggi rimane solo la solenne chiesa romanica, scrigno di sorprese nascoste dentro sovrapposizioni stilistiche, rovine e abbandoni.

Un fantasma nella Fortezza… per colpa di Giosia d'Acquaviva
   

Un fantasma nella Fortezza… per colpa di Giosia d’Acquaviva

In ogni maniero che si rispetti c’è un fantasma che ne rende misteriosa l’atmosfera, e anche la fortezza di Acquaviva Picena rispetta questa tradizione.
Il suo spettro nasce nel 1432 da un fatto realmente accaduto e legato ad un esponente di quella famiglia degli Acquaviva che costruì la fortezza tra l’XII e XIII secolo.